Benvenuto in Nuova Stagione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui  

Stampa

Discarica ceneri dell'Inceneritore

Scritto da La Nuova Stagione on . Postato in Ultime

 
la Provincia Pavese - 13 settembre 2006
Il sindaco: «Disponibili ai chiarimenti e nulla è stato deciso»
GALLIAVOLA. «Abbiamo troppo rispetto per i nostri concittadini e le loro famiglie per non sapere che, se ben informati, sapranno prendere la decisione migliore per il futuro di Galliavola». Il sindaco Luigi Borlone e la giunta commentano così il volantino anti-impianto diffuso dai cittadini. Inoltre, il Comune informa che il plico depositato da Asm Vigevano e Lomellina spa può essere visionato all’interno degli uffici comunali: «Diamo la disponibilità per fornire i chiarimenti di nostra competenza». Il Comune ha iniziato l’esame del progetto preliminare del «deposito definitivo di prodotti inerti e ceneri inertizzate (rifiuti non pericolosi)». In pratica, la discarica delle ceneri prodotte dal termodistruttore. «Abbiamo recepito la proposta presentata da Asm Vigevano e ne abbiamo iniziato lo studio - commenta Borlone -. Ci siamo preoccupati di acquisire tutte le normative e i parametri tecnici relativi alla tipologia dei rifiuti che dovrebbero trovare collocazione definitiva a Galliavola. Riteniamo che sia nostra responsabilità acquisire la maggiore conoscenza possibile su questo tema per informare i nostri concittadini e arrivare insieme alla decisione più conveniente sia dal punto di vista del rispetto dell’ambiente sia delle possibilità di sviluppo». Il sindaco replica anche alle critiche di questi giorni: «Ci sembra indispensabile che, a fronte di informazioni assolutamente scorrette e gravemente lacunose che circolano sempre in simili situazioni, i cittadini apprendano dalla fonte diretta, cioè il proponente, i contenuti del progetto preliminare. Per questo motivo stiamo preparando una serie di incontri conoscitivi, in cui la proposta sarà spiegata attraverso un confronto serrato sugli argomenti che suscitano in tutti noi dei dubbi. Vogliamo arrivare a una decisione serena». (u.d.a.)