Benvenuto in Nuova Stagione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui  

Stampa

Discarica ceneri dell'Inceneritore

Scritto da La Nuova Stagione on . Postato in Ultime

 
la Provincia Pavese - 06 febbraio 2008
A Galliavola polemiche sulla centrale
GALLIAVOLA. «Il sindaco ha criticato l’assenza della minoranza alla presentazione del progetto della minicentrale elettrica, che, però, non era all’ordine del giorno. Noi siamo molto attenti alla sicurezza e alla salute dei cittadini e non faremo mancare il nostro contributo in una futura discussione pubblica». Giovanni Broglia, capogruppo di minoranza ed ex sindaco, contesta il metodo adottato dal sindaco Luigi Borlone per illustrare il progetto della centrale a energia rinnovabile, avvenuto in municipio al termine di una seduta consiliare. «A questa riunione era presente un consigliere di minoranza, Carlo Carrera, che aveva appreso altrove dell’incontro non avendo ricevuto comunicazioni ufficiali - accusa -. E’ evidente che il sindaco si sta comportando come se si trattasse di installare lo scaldabagno di casa sua: noi, invece, vorremmo che affrontasse la questione della minicentrale in pubblico o in consiglio, ma non al termine della seduta». Inoltre, Broglia auspica che sia discusso il progetto della discarica delle ceneri del termodistruttore, depositato in municipio da Asm Vigevano. «Avevo richiesto una copia il 19 dicembre: solo pochi giorni fa gli uffici comunali mi hanno scritto motivando il ritardo dell’evasione della richiesta - conclude -. E il progetto non ce l’ho in mano nemmeno oggi, dopo quasi due mesi». (u.d.a.)