Nuovastagione

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui  

Stampa

Studio Università di Pavia

Scritto da Renato Soffritti on . Postato in Ultime

Analisi sullo Studio della Professoressa Tenconi dell’Università di Pavia

Non abbiamo mai capito l’utilità di questo tipo di studio. Sapere statisticamente come siamo messi secondo noi è poco importante rispetto ad uno studio sugli inquinanti presenti sul nostro territorio. Uno studio sugli inquinanti presenti sui nostri terreni sarebbe stato notevolmente più utile per capire le origini. Con questi dati potevamo risalire alle fonti inquinanti e di conseguenza avviare un programma di prevenzione finalizzato alla salvaguardia del suolo della fauna e della salute umana. Prendiamo atto che è stato fatto uno studio tra due paesi che non hanno niente in comune, più statistico che epidemiologico.

Rovescala viene passato per un paese non soggetto ad inquinamento industriale al contrario di Parona Lomellina. La vita media di Parona tende a invecchiare mentre a Rovescala tende a ringiovanire, l’età media della popolazione è notevolmente diversa. Qualsiasi analisi sulle aspettative di vita non avrebbero valore su un periodo di tempo così ridotto e su un campione non eterogeneo.

L’unica informazione che sorprende nello studio è l’aumento non indifferente delle fumatrici Femmine (25,4 %) notevolmente aumentata rispetto alla media nazionale di 20,3%.

Se questo dato non cambierà nel tempo,  la prima causa di mortalità per le donne sarà probabilmente il fumo di sigaretta. (Suggerimenti)

E’ ormai riconosciuto che sulla mortalità incidono vari fattori – socio-culturali, medico-sanitari, ambientali che si combinano in modo diverso generando una forte variabilità a livello territoriale. I dati ISTAT sulla mortalità evidenziano tali differenze.

Non esistono studi in controtendenza che siano in grado di dimostrare che l’inquinamento di Parona non avrà ripercussioni sulla salute dei suoi cittadini.

I documenti sotto allegati sono stati convertiti in formato testo, potrebbero pertanto contenere qualche errore ortografico rispetto agli originali:

INDAGINE SULLE CONDIZIONI DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE DI PARONA: II FASE (2007 - PDF 161 KB)

INDAGINE SULLE CONDIZIONI DI SALUTE DELLA POPOLAZIONE DI ROVESCALA:  II FASE (2007 - PDF 141 KB)