Documenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui  

Stampa

Documenti Inceneritore

Scritto da Renato Soffritti on . Postato in Ultime

Documenti Inceneritore  

Da oltre 30 anni Silvano Colli era alla guida di Parona Lomellina come Sindaco. Per via della legge del terzo mandato, Giovanna Ganzi di 80 anni è stata scelta come la fedelissima che doveva garantire un periodo di transizione. Da subito decide di fare di testa sua, e con un inciucio politico crea le condizioni per il ribaltone: “la maggioranza diventa minoranza e viceversa”. Con numeri risicati 8 contro 7 governa però per ben quattro anni a partire dal 2004. Dirige di testa sua e chi la sostiene accetta supinamente tutte le sue decisioni, fino al Marzo 2008. Sarà proprio l’inceneritore a creare le condizioni delle sue dimissioni. La maggioranza dei consiglieri ha presentato una mozione di revoca di una delibera di Giunta che danneggiava economicamente il Paese a vantaggio dell’Inceneritore”. Oltre al danno anche la beffa di perdere una cifra considerevole di contributi. Il Sindaco ha considerato più onorevole dimettersi anziché subire il voto contrario di una maggioranza di consiglieri. Un prezzo salato per i cittadini di Parona. Sotto vengono riportati tutte le convenzioni stipulate negli anni, la tabella riassuntiva elenca le perdite economiche che ricadranno sui cittadini di Parona.

 
 
 
 

Prima Caldaia

 

 

 

 

 

 

Rifiuto 

ton.

Precedente

Totale €

Attuale

Totale

RSU tal quali prov LT

106.500

9,52

1.013.880,00

5,00

532.500,00

RSU extra BT

10.000

11,84

118.400,00

6,65

66.500,00

FS da RD LT

20.000

7,74

154.800,00

6,65

133.000,00

FS da RD BT

25.000

7,74

193.500,00

6,65

166.250,00

RSPN fossa BT

15.000

7,74

116.100,00

5,04

75.600,00

CDR

15.000

4,64

69.600,00

4,37

65.550,00

Totale

191.500

 

1.666.280,00

 

1.039.400,00

 

 

 

 

 

 

Seconda Caldaia

 

 

 

 

 

Rifiuto

ton.

Precedente

Totale €

Attuale

Totale

FS da RD LT

39.000

7,74

301.860,00

6,65

259.350,00

RSPN fossa LT

51.000

7,74

394.740,00

5,04

257.040,00

FS da RD BT

50.000

7,74

387.000,00

5,04

252.000,00

CDR LT

30.000

4,64

139.200,00

4,37

131.100,00

CDR LT

10.000

4,64

46.400,00

4,37

43.700,00

Totale

180.000

 

1.269.200,00

 

943.190,00

 

 

 

 

 

 

TOTALE

371.500

 

€ 2.935.480

 

 

€ 1.982.590

 

Il Comune di Parona nel precedente accordo, aveva stabilito che un terzo degli introiti della seconda caldaia dovevano andare al Comune di Mortara ( 314.396 € ). Questo è il prezzo che dovevano pagare per il loro “Parere Favorevole” al raddoppio dell’inceneritore. I precedenti accordi non avevano limiti di tempo legati ai contributi statali CIP/6, l’attuale “Atto di-regolamentazione dei contributi” è preoccupante in quanto cita: Termine del periodo di incentivazione e scadenza nuovo documento Per il nuovo documento analizzato si prevede un periodo di validità pari alla durata delle Convenzioni CIP/6 stipulate tra LE (lomellina Energia), relative all’Impianto LE2 (seconda caldaia), le quali prevedono una scadenza degli incentivi al 31/12/2014, (mentre per l’impianto LE1 (prima caldaia) gli incentivi terminano la loro efficacia già al gennaio 2009.

 

NB) Per non rallentare il Download o la visualizzazione dei documenti sopra citati, sono stati convertiti (escluso il primo) da immagini grafiche a testo, pertanto alcuni potrebbero contenere errori ortografici rispetto all’originale.