Giornali

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui  

Stampa

Giornali

Scritto da La Nuova Stagione on . Postato in Ultime

la Provincia Pavese - 15 novembre 2010

 

Mortara mette a posto il bilancio


MORTARA. I fondi entrati dopo l’accordo con il Comune di Parona dovrebbero consentire a Mortara di rispettare il patto di stabilità. Un’intesa per la messa in funzione della seconda linea dell’inceneritore, siglata per oltre 400mila euro, a saldo del dovuto per gli anni scorsi. «Questi fondi ci consentono di stare abbastanza tranquilli, anche se serviranno ancora alcuni giorni per avere la certezza definitiva - spiega il sindaco di Mortara, Roberto Robecchi -. Entro il 22 novembre, giorno del consiglio comunale, quando si discuterà l’assestamento di bilancio, il quadro sarà comunque preciso». Il problema di Mortara, come quello di molti altri comuni, è stato quello di far quadrare i conti di fronte ai vincoli decisamente severi imposti dalla legge di stabilità, la ex Finanziaria. L’amministrazione comunale sta infatti limando i conti per poter rientrare nei parametri, come conferma anche l’assessore al bilancio Fabio Farina: «Tutto il lavoro che stiamo facendo va in questa direzione», afferma per ora senza sbilanciarsi. Sta di fatto che anche Mortara si è già premunita, adottando anche lo strumento del cosiddetto «anticipo fatture», per consentire ai fornitori del Comune che eventualmente avessero necessità, di vedersi anticipare il pagamento di crediti, di avvalersi del supporto di alcune banche con cui è stato stipulato un accordo per avere condizioni particolarmente favorevoli. Con questa entrata diventata quindi una certezza non si dovrebbe ripetere lo scenario che si era verificato nel 2007: la giunta leghista, appena insediata, sforò i parametri del patto, con conseguenze sui conti dell’anno successivo e con un seguito di polemiche da parte degli ex di Forza Italia e di An, ora Pdl, passati all’opposizione. Ma né nel 2008 né nel 2009 il patto fu sforato un’altra volta, e sembra a questo punto che, anche quest’anno si dovrebbe arrivare al rispetto dei parametri indicati. - Simona Marchetti